La dermopigmentazione: tipologie e cura

Di cosa si tratta?

Il termine “dermopigmentazione” significa pigmentazione della pelle, questa viene effettuata tramite la colorazione sottocutanea con pigmenti di colore naturale.

Per questa tecnica viene utilizzato un macchinario apposito chiamato dermografo, che va a modificare la pigmentazione della pelle in specifiche aree in modo da ottenere il risultato estetico desiderato.

Si viene a creare così un make up duraturo nel tempo.

In quali aree si puo’ intervenire?

Esistono 4 tipi di dermopigmentazione:

  1. Dermopigmentazione sopracciglia
  2. Dermopigmentazione labbra
  3. Dermopigmentazione capelli
  4. Dermopigmentazione cicatrici

Dermopigmentazione sopracciglia

Una delle aree in cui è più richiesto questo trattamento è quella delle sopracciglia, importanti per dare espressività e donare sintonia al viso. 

Grazie ad essa si possono correggere difetti estetici come la mancanza di peli, irregolarità, asimmetrie dell’arcata sopraccigliare o semplicemente per ridisegnare e riempire le sopracciglia così da renderle più accattivanti e sensuali.

Dermopigmentazione labbra

Un’altra zona molto soggetta a richieste di dermopigmentazione è quella della bocca. Con questa tecnica si possono ottenere labbra voluminose e perfette in modo duraturo, così da non dover più applicare rossetti e tinte per dare colore.

È anche possibile camuffare difetti e imperfezioni definendo i contorni della bocca con risultati permanenti.

Dermopigmentazione capelli

Utile ai soggetti con problemi di perdita di capelli, alopecia e diradamento esiste anche la tricopigmentazione, cioè un trattamento in cui si interviene sul cuoio capelluto ridisegnando i capelli mancanti.

Questa tecnica è sempre più diffusa dati gli ottimi risultati che si possono ottenere, soprattutto nei capelli corti, disegnando puntini molto piccoli creando così un effetto “rasato”.

Può essere un’ottima soluzione per le persone a cui piace portare un taglio corto, risparmiando su un trapianto.

Dermopigmentazione cicatrici

La dermopigmentazione è un trattamento molto efficace per coprire cicatrici, imperfezioni e segni, pigmentando la pelle con il colore naturale. Questa è utile per evitare di ricorrere a un intervento chirurgico invasivo, intervenendo con la pigmentazione della zona interessata.

Come curare il trucco permanente?

In seguito al trattamente è importante prendere le giuste precauzione per facilitare la guarigione e ottenere un ottimo risultato.

Dopo il trucco semipermanente è necessario pulire la zona dalla fuoriuscita del siero, passando un dischetto di cotone inumidito con acqua.

Nei giorni seguenti è bene tenere le mani deterse e pulite, sciacquare l’area interessata mattina e sera e applicare una crema lenitiva che idrati e ammorbidisca la pelle.

Quando avviene la formazione di crosticine, non bisogna assolutamente staccarle per evitare il danneggiamento del disegno. Se ci si espone al sole, bisogna applicare una crema solare con protezione 50.

Quali sono le fasi di guarigione?

Ci sono 4 diverse fasi che attraverserà la zona dermopigmentata:

  1. Fase di ossidazione: appena terminata la seduta il pigmento inizia ad ossidare. Fin dall’inizio alcune zone si presentano più scure rispetto ad altre, ma l’effetto è temporaneo.
  1. Formazione di crosticine: il colore appare più scuro già dal secondo giorno e  il disegno appare più grosso e spesso. In seguito si formano delle piccole croste che rimangono per un paio di settimane.
  1. Apparente scolorimento: una volta sparite le pellicine scure  il colore sembra molto leggero e ciò è dovuto alla cicatrizzazione della pelle che diventa più opaca.
  1. Guarigione: dopo la caduta delle crosticine il colore ritorna intenso e la guarigione completa impiega circa un mese.

Articoli correlati

radiofrequenza estetica su ragazza rilassata
News

Radiofrequenza estetica

La radiofrequenza estetica è un trattamento che va ad agire contro le imperfezioni della pelle. Cellulite, rughe, lassità cutanee e persino piccole cicatrici combatteranno contro la radiofrequenza estetica.

Leggi tutto »